Consigli utili di manutenzione e ricondizionamento del prodotto

Come lavare un capo trapuntato a cassettoni o a quadri fissi?

Coprimaterassi, piumini e cuscini si possono lavare tranquillamente in casa in lavatrice, utilizzando detergenti per capi delicati, alla temperatura indicata in etichetta. I prodotti possono essere centrifugati e asciugati in asciugatrice, sempre seguendo attentamente le norme in etichetta. In alternativa, il lavaggio può essere affidato a lavanderie specializzate o in alternativa usufruire del servizio di ricondizionamento che MED1994 mette a disposizione dei suoi Clienti( lavaggio e asciugatura professionale e ripristino di eventuali danni sul prodotto non coperti da garanzia) con ritiro e riconsegna a domicilio.

Contattaci utilizzando il form qui presente (* campi obbligatori):

Il mio piumino si è svuotato in alcuni quadri mentre altri sono più gonfi e imbottiti, cosa succede?

Può capitare nei prodotti (piumini o coprimaterassi) trapuntati a cassettoni. La particolare tecnica di confezionamento prevede, all’interno dei quadri, delle fettuccine distanziali che presentano piccole aperture per permettere l’operazione di riempimento. A volte può accadere che la piuma migri da un quadro ad un altro durante il normale utilizzo, per via della ripetuta compressione in alcuni punti del prodotto. Per questo consigliamo a coloro che preferiscono i prodotti confezionati a cassettoni di scuotere (sprimacciare) spesso il piumino. Una semplice operazione da svolgere che evita l’inconveniente. Il nostro servizio clienti prevede, in caso di necessità, il ritiro del prodotto e la riconsegna del capo ricondizionato.

Nello specifico: consigli pratici di manutenzione del coprimaterasso

Il coprimaterasso è costruito a cassettoni per migliorarne il riempimento ed eliminarne le eventuali zone fredde. Questa costruzione, insieme al SISTEMA ARIA®, permette il massimo del ricircolo d’aria, non solo attraverso lo strato libero interno, ma anche attraverso i fori di riempimento dei quadrati, sfruttando i movimenti del nostro corpo. Nel normale utilizzo del coprimaterasso potrebbe capitare che l’imbottitura, spinta dalla pressione impressa dal nostro corpo quando siamo coricati, possa spostarsi da un quadrato all’altro in senso longitudinale (destra/sinistra) attraverso i fori di riempimento. Se ciò dovesse verificarsi bisogna semplicemente riaccompagnare l’imbottitura nei quadrati originali attraverso alcuni movimenti delle mani secondo i disegni qui sotto riportati. Non dobbiamo dimenticare che tutto questo rientra in una normale procedura di manutenzione, vista l’artigianalità costruttiva di questo coprimaterasso.

Seguite le indicazioni delle frecce (destra/sinistra) verso il centro battendo energicamente con le mani.

I prodotti imbottiti necessitano di manutenzione?

Semplici e quotidiani accorgimenti manterranno i vostri prodotti sempre in forma nel tempo. Per mantenere una costante distribuzione dell’imbottitura, consigliamo di arieggiare e scuotere (sprimacciare) il prodotto frequentemente. Scegliete le prime ore della giornata, quando i raggi del sole non sono ancora forti e l’aria è pulita e ancora fresca. Non utilizzate battipanni, né aspirapolveri che potrebbero danneggiare i tessuti anti-piuma. Un ultimo suggerimento: spazzolare il prodotto soprattutto in corrispondenza delle cuciture che possono essere ricettacolo di polvere normalmente presente negli ambienti domestici.

A fine stagione cosa devo fare?

È buona norma a fine stagione riporre il prodotto, dopo averlo lavato e ben asciugato seguendo attentamente le normative in etichetta, in borse di cotone o comunque traspiranti per ripararlo dalla polvere e permettere comunque il passaggio di aria. Si sconsiglia l’utilizzo di custodie in plastica.

Quanto dura un prodotto imbottito?

Un manufatto in piuma o in fibra può durare per lungo tempo. La cura e le attenzioni prestate saranno elementi fondamentali a far invecchiare bene il vostro prodotto.

Piuma e piumino provocano allergie?

L’etichetta NOMITE®, applicata sui nostri manufatti, certifica piuma e piumino come prodotti assolutamente anallergici. Ricercatori scientifici a livello mondiale hanno confermato che la piuma e il piumino, correttamente lavati sterilizzati e depolverizzati, non sono habitat ideale e non costituiscono alimento per gli acari. Inoltre i tessuti generalmente utilizzati per il confezionamento rappresentano una barriera invalicabile per questi parassiti. Per questa ragione non vi sono controindicazioni all’uso dei prodotti in piuma e piumino per soggetti allergici agli acari della polvere.

Indicazioni generali

Ecco alcune indicazioni per una corretta manutenzione di interni e trapunte in piuma e in fibra:

– Riservare loro i trattamenti più adeguati per essere “puliti” e “ripristinati”, significherà preservarne le proprietà nel tempo, conservandone il più possibile funzionalità ed efficienza.

– Molto importante sarà la lettura delle indicazioni riportate in etichetta, a corredo di ogni singolo prodotto.

Vediamo insieme come leggere un’etichetta che prenderemo ad esempio:

Lavaggio: a 60°C con detergenti neutri, a mano o in lavatrice. Utilizzare abbondanti volumi d’acqua.

Stiratura: non stirare

Lavaggio a secco: il capo può essere pulito con percloroetilene, idrocarburi o i solventi R113 e R11, nel rispetto dei limiti di temperatura e di umidità, ove consigliato in etichetta.

Candeggio: non usare prodotti a base di cloro, perché danneggia irreversibilmente la piuma.

Asciugatura: centrifugare moderatamente e, se possibile, asciugare in tamburo a 40°C. Non esporre il capo a diretto contatto con la luce del sole. – Asciugare lontano da fonti di calore. Durante l’asciugatura spiumacciare più volte in modo da ridare volume ai fiocchi.